Museo

Il museo dell’acqua e del gas

Esposizione permanente

Il museo si propone di illustrare la storia del gas e  dell’approvvigionamento idrico nella città di Genova.
Sono raccolti reperti relativi all’attività di produzione del gas che a Genova iniziò nel 1845 ed ebbe termine nel 1972 allorché tutta la città fu metanizzata. Sono inoltre presenti testimonianze delle diverse attività di supporto alla distribuzione del gas, quali attrezzi da lavoro, strumentazione di laboratorio, contatori, oggetti di uso domestico, curiosità e materiale pubblicitario.
Il museo ospita inoltre una sezione dedicata alla distribuzione dell’acqua potabile, con documenti e materiali che illustrano la storia degli acquedotti pubblici e privati presenti nel territorio genovese a partire dal XIX secolo.
Volumi rari e antichi manuali tecnici inerenti la produzione e la distribuzione del gas sono archiviati in una specifica sezione della biblioteca.
Altri reperti, in ragione delle notevoli dimensioni, sono conservati in locali attualmente non visitabili, in attesa di un’idonea area espositiva.

Dove siamo

Il museo, sito nell’area industriale di Gavette, via Piacenza 54 – Genova

Come raggiungerci

Con il servizio pubblico: linee AMT 13 e 14
Con mezzi privati: uscita autostradale Genova est

Visite

Il museo, salvo diverse disposizioni governative, è visitabile su appuntamento, telefonando al numero: 010.5586163 oppure inviando una e-mail a museo@fondazioneamga.org

La visita è gratuita e attualmente  è consentita a singoli o gruppi costituiti da non più di 12 persone per consentire l’adeguato distanziamento, munite di dispositivi sanitari anticontagio (mascherine) e prive di sintomi influenzali.